Veragouth e Xilema
Via Industrie 24, 6930 Bedano
Svizzera
0041 91 935 79 79
info@veragouthxilema.com

Instagram, Facebook, Linkedin


© 2021 Veragouth SA
Art direction and website:
0x000, 0xfff

Veragouth e Xilema è la definizione attuale di un’azienda protagonista in Ticino da quasi un secolo nel settore della falegnameria e carpenteria edile.

20.12.22

Il faggio

Un solido custode

8.9.22

Come funziona il nostro ufficio tecnico

Dal disegno all’opera finita di qualità. Nel mezzo, il sapere di chi ha l’esperienza diretta del legno.

18.3.22

Avart boutique

La nuova esperienza di shopping multibrand by Studiopepe

13.3.22

Reka. Swiss Travel Fund Cooperative

Innovazione e confort nelle tue prossime vacanze

18.3.22

Bagni modulari prefabbricati

La sfida per una soluzione ottimale e certificata

18.3.22

Piano direttore comunale di Lugano

Un allestimento per il futuro della nostra città

5.1.22

Il Noce

O l’albero di Giove

30.9.21

Il team Veragouth e Xilema

25 professionisti tra ingegneri, architetti, progettisti e disegnatori, 4 direttori di settore e oltre 70 operai specializzati.

25.6.21

I nostri partner

Per un servizio di qualità a 360°

14.2.21

Veragouth e Xilema ha scelto Minergie

La scelta migliore in termini di sostenibilità

13.2.21

Il Rovere (o la Rovere)

Il legno principe in falegnameria

9.2.21

Simone Cavadini

Still life per Veragouth e Xilema

8.2.21

Un padiglione nel verde

Casa al boschetto

6.2.21

La falegnameria su misura

Qualità che si riconosce al primo sguardo

2.2.21

Innesti su misura e il colore caldo del legno di rovere

Casa alle vigne

10.1.21

Veragouth e Xilema partner industriale in progetti di ricerca

Una responsabilità per il futuro

25.10.20

Nuova stazione di ricerche agronomiche

Agroscope

20.10.20

Ampie vetrate complanari, una scelta di tecnologia svizzera

Casa agli Orti

5.1.22

Il Noce

O l’albero di Giove

Molte, moltissime le leggende e le scaramanzie che, nel corso dei secoli, si sono sviluppate sull’albero del Noce e i suoi frutti. In diverse fiabe si racconta che all’interno di noci si celino meravigliosi tesori. Un tempo, in Sicilia, si credeva che una noce tenuta in tasca preservasse da sortilegi e febbre. Nell’universo femminile, le streghe sfruttavano le qualità nocive della pianta per i loro sortilegi. A questo proposito, San Isidoro da Siviglia fece risalire il nome “noce” al latino “noxsius”, cioè “nocivo”. Ma è nella cultura classica che massimamente il Noce fu protagonista: considerato un albero profetico dalla cultura greca, nell’antica Roma era sacro a Giove, forse per via della maestosità che lo caratterizza. 

Juglans, il nome latino del genere Noce, è la contrazione di “Jovis glans”, ovvero la “ghianda di Giove”.

Albero vigoroso, dalle proporzioni armoniose e chioma ariosa, il Noce può raggiungere fino a trenta metri di altezza, più di uno di diametro e svariati secoli di età. Predilige un terreno leggero, profondo, ricco di elementi nutritivi e ben drenato. Insomma, un clima simile a quello delle regioni viticole. Non a caso, per secoli la vita in Ticino, e in tutta la Svizzera, ha trovato un solido sostegno nell’albero di Noce e nei suoi frutti. Nei primi anni ’50 del secolo scorso, in Svizzera sono stati censiti circa mezzo milione di alberi, diminuendo fino al 2008, anno in cui la nostra nazione ne contava una popolazione di appena 130.000. Per rinvigorire il mercato nazionale del frutto, ma anche del molto richiesto legname, negli ultimi anni sono stati piantati più di 300 ettari di noceti. Pregiatissimo, il legno del Noce è tra i migliori in assoluto per qualità, facilità di lavorazione e resistenza. E, ovviamente, aspetto. Pur variando notevolmente in funzione dell’habitat in cui cresce, il colore bruno, con venature che vanno al nero, non smettono di affascinare. Il suo legno è impiegato per la fabbricazione di mobili, rivestimenti, strumenti musicali, oggetti d’arte.

1-Il Noce

2-Il Noce

3-Il Noce

4-Il Noce

5-Il Noce

Crediti:

Fotografie: Simone Cavadini
Packaging design e Art direction: 0xfff, 0x000